torino

Piemontese dell’ anno

by • 12 gennaio 2015 • COSE NOSTREComments (4)1292

Mi piace rilanciare qui, sul nostro blog, il sondaggio lanciato dal sito on-line QUOTIDIANO PIEMONTESE sul “Piemontese dell’ anno”.

E’ una bella iniziativa, è un bel riconoscimento ad un cittadino della nostra regione che si sia particolarmente impegnato nel 2014 a favore di questo territorio.

Ecco i candidati: don Luigi Ciotti fondatore e guida del Gruppo Abele e di Libera, l’ associazione contro le mafie. Oppure Maria Romana Blasotti Pavesi, presidente dell’ Associazione Famigliari Vittime dell’ Amianto. Poi c’ è il ballerino Roberto Bolle originario di Casale Monferrato; il conduttore televisivo di X-Factor Alessandro Cattelan nato a Tortona; la maratoneta alessandrina Valeria Straneo medaglia d’ argento agli Europei di Zurigo; e il neo presidente della Regione Sergio Chiamparino.

Il mio voto personale l’ ho già espresso e va a Maria Romana Blasotti Pavesi, a nome delle migliaia di famiglie che hanno perso genitori, figli, fratelli, sorelle, cugini, amici a causa dell’ amianto. Un voto di stima e di protesta contro l’ assurda sentenza della Cassazione che ha dichiarato prescritte tutte le migliaia di morti già avvenute a Casale Monferrato. Nella speranza che serva per le battaglie future contro la Eternit.

Votare è semplice. Basta andare su  http://www.quotidianopiemontese.it/2015/01/12/il-piemontese-dellanno-2014-votate-il-sondaggio/#_ ed esprimere la propria preferenza. Fatelo. Vi invito caldamente.

****Condividi

Related Posts

4 Responses to Piemontese dell’ anno

  1. italo scrive:

    voto giovanni pautasso idraulico da 30 anni che nonostante la crisi riesce a tirare avanti ugualmente

  2. Pat scrive:

    Metto da parte la mia dichiarata passione per Roberto Bolle e voto con tutto il cuore Maria Romana Blasotti Pavesi, presidente dell’ Associazione Famigliari Vittime dell’ Amianto. La sentenza Eternit urla vendetta. Spero riesca a raggiungere la vetta e che questo riconoscimento le dia nuova forza, e soprattutto testimoni che i piemontesi possono perdere una battaglia, ma non mollano. Mai!

  3. Andrea scrive:

    Voto per me stesso. ANDREA BARBERIS. Un piemontese che cerca lavoro nella sua terra. Alla faccia di chi pensa che siamo tutti benestanti e che non abbiamo bisogno di lavorare. Siamo i migliori.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *