Agrodolce

La pizza? Quella al tegamino è solo torinese

by • 7 marzo 2018 • CINQUE SENSIComments (38)14509

Lo so. I puristi della pizza e gli amici napoletani sono pronti a dirmene di tutti i colori, ma la pizza al padellino (o al tegamino) è solo torinese. Ed è buonissima.

Questo tipo di pizza si gusta infatti solo a Torino,  e più di quaranta anni fa, era l’unica pizza che si poteva mangiare in città. Ma chi l’ ha inventata? L’ origine è incerta. Si dice che un pizzaiolo torinese, previdente e volendo portarsi avanti con il lavoro, la sera precedente cominciava a mettere in una teglia la sfoglia con un po’ di pomodoro…così per accellerare i tempi di produzione. In molti lo copiarono e nacque la pizza ala tegamino “alla torinese”.

Poi attorno agli anni ’80-90 hanno cominciato a esserci le prime pizzerie che facevano la  napoletana, sottile, croccante, e la povera pizza al padellino di Torino fu relegata a prodotto di second’ordine.

Mentre la napoletana è larga, sottile e soffice, quella al padellino è piccolina, alta e croccante. Una sorta di pizza in teglia ma cotta in singoli padellini monoporzione, del diametro di circa 20 cm l’uno. E con un impasto morbido e consistente.

Da qualche anno si è ricominciato a promuovere i prodotti locali, e ora a Torino è tutto un fiorire di pizzerie al padellino, “la vera” pizza di Torino.

L’ elemento fondamentale è il padellino. O tegamino, che dir si voglia.  L”impasto della pizza al padellino, già lievitato una prima volta, viene steso nei padellini e coperto solo con il pomodoro. I tegamini quindi con queste basi stese, vengono messi in un luogo fresco per diverse altre ore (un periodo di tempo di 12  o 24 ore, a seconda delle pizzerie),  solo quando il cliente ordina la sua pizza, viene tirato fuori con la base di pasta e il pomodoro, farcito con mozzarella e condimenti vari, e messo a cuocere nel forno, con padellino e tutto, e non direttamente sulla base del forno come avviene per la pizza al mattone. E quindi, capite, che il padellino è di fondamentale importanza, per questo tipo di pizza .

Attenzione: non  una teglia, ma un padellino individuale, per una pizza singola. Piccolo, 20 cm di diametro. Di ferro, o di alluminio bruciato da tante cotture? Il ferro conduce diversamente il calore, e fa formare una base croccante e brunita, mentre l’alluminio consente una temperatura più regolare e una cottura più dolce.

Tante le pizzerie, oggi a Torino, che fanno la pizza al padellino. Difficile fare classifiche e recensioni. E allora mi affido ai ricordi dell’ infanzia. Quella di Cecchi, in via Nicola Fabrizi 32 (allora era un locale piccolissimo, solo 3-4 tavolinetti con posti a sedere, per il resto pizze da asporto) resta indimenticabile. Ma ora tocca a voi suggerire e recensire altre pizze al padellino.

Mario Castelli

****Condividi

Related Posts

38 Responses to La pizza? Quella al tegamino è solo torinese

  1. Andrea B. scrive:

    Se è difficile fare classifiche e recensioni, ci provo io, caro Beppe.
    Pizza al tegamino da “Salsarossa” di C.so Roma, 85 a Moncalieri( Borgo San Pietro accanto a Piazza Bengasi).
    Squisita e ricca di ingredienti di ottima qualità! Piccolo locale(c’è sempre tanta attesa) quindi chi abita nelle vicinanze è favorito perchè la porta a casa. Difficile trovare parcheggio, ma ne vale la pena.
    Per il resto vi rimando alle recensioni su TripAdvisor dove risulta n.3 di 121 ristoranti a Moncalieri.
    Buona lettura e poi buon appetito. Consigliatissima. ^_^
    http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g227669-d1960235-Reviews-Salsa_Rossa-Moncalieri_Province_of_Turin_Piedmont.html

  2. alessandro scrive:

    il ricordo dell’infanzia non corrisponde più alla qualità del presente…fidati.
    io consiglio:
    1. da Gino in Via Monginevro, quasi angolo piazza sabotino a torino
    2. al Tegamino(appunto) in via borgaro a torino
    3. Cit ma bun corso Casale a Torino

  3. Sergio scrive:

    … per un nostalgico ricordo d’infanzia dico anche io da “Cecchi” in Via Fabrizi sebbene con il tempo abbia apprezzato l’altro Cecchi di Via Madama Cristina 92, non disdegnando “Il Cavaliere” di C.so Vercelli, da Poldo in Via di Nanni, o il vicino Gino in Via Monginevro 46 … Ma va detto che l’abbinamento con l’altrettanto famosa “farinata” ( … la bela e cauda ), vede tale connubio all’eccellenza nella Pizzeria Loiero Damiano di Via Borgaro 66… pizza davvero saporita e D.O.C e farinata spettacolarmente croccante fuori e morbida dentro … ed il palato saprà far dimenticare la fastidiosa attesa.

  4. luisella scrive:

    da Gino in via Monginevro, probabilmente lui insieme al suo amico Ciacci gli “inventori” del padellino nei primi anni “50. Ambedue toscani facevano farinata e castagnaccio in negozio (che non aveva tavolini) e la andavano a vendere davanti alle scuole. Quando iniziarono a fare la pizza al mattone la gente diceva che ‘sgiai, ma prese talmente piede che per accorciare i tempi ripiegarono sul padellino. Attualmente il locale è è in gestione ma con la supervisione di Roberto figlio di Gino che ha gestito il locale per più di 50 anni, la qualità è sempre ottima e la farinata è da sballo. Benchè il locale si sia allargato nel tempo per ben 3 volte, e nonostante il personale, i tempi di attesa sono lunghi, apre alle 19 ma verso le 18,30 c’è già gente che fa la coda, più tardi si aspetta fuori che si liberino i tavoli. La pizza al mattone solo dopo le 10 di sera.
    Non male anche da Candido all’inizio di via Monginevro. Invece grande delusione da Ciacci di Via Nicola Fabrizi provata l’anno scorso.

  5. Luigi Cubeddu scrive:

    Personalmente preferisco la pizza al mattone, ma solo perché non adoro la pasta spessa. Quella a tegamino l’ho assaggiata, sia da Poldo che da Gino (a Torino); non dispiacevano, ma la pasta era spessa… è una semplice questione di gusti!

  6. Claudio scrive:

    Quand’ero poco più che bambino, per un bel po’ di anni il sabato sera era dedicato alle pizze.
    Non esisteva pizza e farnata a casa mia che non fosse quella di GINO, anche se in realtà il pizzaiolo proprietario si chiamava Roberto. Mia madre e mio padre partivano in auto (uno restava in auto perchè il parcheggio non esisteva) per poterle mangiare comodamente ancora calde a casa, poichè il locale era davvero piccolo, la metà di quello che è oggi se esiste ancora.
    Ricordo Roberto, toscanaccio puro in canotta tutto sudato a cercare di soddisfare la coda di palati fini che affollava il suo piccolo locale.
    Altre pizze ottime in Torino le ho gustate dai vari già nominati, Cecchi, via Borgaro,via Valperga Caluso e negli ultimi anni a Torino Mamma mia che pizza, largo Tirreno mi pare si chiami la piazzatta, un locale piccolino ma pizza e farinata ottime.

    • Federico scrive:

      Signor Claudio La ringrazio per i suoi complimenti,
      mi chiamo Federico e sono il titolare nonchè pizzaiolo di “Mamma… che Pizza!!!” in largo Tirreno 123 a Torino 0113294738
      La migliore pubblicità è naturalmente questa che Voi clienti ci fate e allora approfitto dell’occasione per specificare il nome e il sito del locale http://www.mammachepizza.it

      grazie e arrivederci a presto

  7. Anna scrive:

    Sicuramente la pizza di “Il padellino” è la più buona che abbia mai mangiato: http://www.ilpadellinotorino.it, si trova in corso Vinzaglio: è da provare.

    • annamariasoldo scrive:

      Buonasera a tutti…io ricordo la pizza al padellino con un impasto della pizza al mattone e messa a cuocere in forno nel padellino …tutta altra storia di ciò che si parla .questo nel locale di corso vinzaglio.Lodevoli gli altri locali recensiti

  8. Luigia scrive:

    Ottima pizza al tegamino da “il tegamino di Nannolo” a COLLEGNO corso Francia 29.

  9. Rosanna scrive:

    La miglior Pizza al Tegamino in tutta Torino è quella dei Fratelli Onorato in Via Stradella 42. Tre fratelli, ti accolgono come se fossi una di “casa” ti servono una focaccia con salumi in attesa che arrivi la Farinata che predi tutte le volte perchè è buona sottile croccante all’esterno e squisitamente deliziosa dentro, te la servono con il pepe che ti macini tu con il mulinello sul piatto per poter esaltare il gusto e il profumo. La pizza ha molteplici gusti quella che a me fa impazzire è decisamente la prosciutto e funghi, prosciutto cotto di ottima qualità messo rigorosamente dopo la cottura sia dell’impasto che dei Funghi; dimenticavo di dire che il tutto viene cotto su di un Forno a Legna e non sui forni elettrici. Ottimo anche il Rapporto qualità Prezzo e cortesia.

  10. sergio scrive:

    Io per la mia età, la migliore pizza che si gustava in città (,parlo degli anni 60/70) era quella che si mangiava da Italo in via Botero (vicino al M.te di Pieta)
    Locale con due tavolini e niente più.
    Ottima anche la farinata sottile e croccante.

  11. Pat scrive:

    Mi piace molto la pizza e molto quella al tegamino. per me esiste solo la margherita, tutte le altre nascondono, con troppi sapori, il perfetto equilibrio tra pasta pomodoro e formaggio. La migliore? Per me quella dei “Quattro assi” di corso Sebastopoli angolo corso Siracusa. Provatela!

  12. Alberto scrive:

    Ottima quella dei 4 Assi, personalmente alla pari con quella di Micky in via San Donato!

  13. anna scrive:

    La migliore in assoluto per me e’ dai fratelli Loiero in via borgaro Torino

  14. Alberto scrive:

    Da Gino, via Monginvero: inarrivabile (rinforzata o Margherita o Napoli)! Anche la farinata… Ottima pure la Dessì, che frequento fin dai tempi del liceo quando era un buco, all’angolo di via Madama Cristina con via Valperga. Fino a qualche anno fa, ottima era Cecchi, lì vicino in via Madama, ma ultimamente ha perso molti molti punti… Ah, pizza al tegamino e pizza al mattone sono due piatti diversissimi, non si possono paragonare. Come dire che la battuta di fassone e il filetto al pepe verde sono sempre carne, sempre filetto… Già, però due mondi differenti…

  15. angelo scrive:

    ma in via exilles54b..ci siete mai stati….e 50nni ..che fanno pizza al tegamino…da provare

    • Nicolas .massa scrive:

      E vero…la pizzeria.exilles. .da 20nni si chiama così. ..ha ereditato questo locale da signori toscani ..che lo hanno aperto negli anni 60’…e hanno sempre solo sfornato pizza al padellino……e ancora oggi è così. .in ..Borgata Parella oramai è un locale storico ..e nn ha nulla da invidiare ad altre pizzerie al padellino

  16. Marco scrive:

    Da Micky in via San Donato è ottima, ma pure Dessì! E come condimento gorgonzola e cipolle…

  17. RENZO scrive:

    Nato in Borgo San Paolo e quindi non potevo che essere un assiduo degustatore della pizza al padellino della pizzeria di GINO in Via Monginevro….senza però dimenticare il rinforzo della squisita farinata…

  18. VERO scrive:

    L’ho provata poche volte perchè nella mia provincia (Novara) non si fa, ma mi è piaciuta molto quella del Bistrot Papillon in corso Monte Lungo – piazza d’Armi

  19. Roberto scrive:

    Una pizzeria storica al padellino é la PIZZERIA RIO di via Giacomo Dina 28, dal 1954 fa una eccellente pizza al padellino e una farinata senza eguali il tutto condita da simpatia e gentilezza. Provare per credere.

  20. Anna Giachetto scrive:

    Ciao ! In Via Borgaro dai fratelli Loiero la pizza al tegamino è veramente ottima croccante al punto giusto e la farinata è la migliore di Torino.

  21. […] è una “variante settentrionale” della classica pizza napoletana: si narra sia nata a Torino quando un pizzaiolo (probabilmente emigrato) decise preparare in anticipo le pizze già stese e […]

  22. Michelangelo scrive:

    Siamo due generazioni da padre a figlio che facciamo pizze al tegamino e farinata con forno a legna un po di tempo fa eravamo in piazza della repubblica adesso siamo in corso principe Eugenio 17e veniteci a trovare grazie mille vicino il cinema Ideal

    • gandolfo scrive:

      È vero, ho provato farinata e Pizza napoletana al tegamino: davvero buone.. Lo consiglio, prima e dopo il film, proprio attaccato al cinema ideal

  23. luca scrive:

    io vado ormai da un annetto e un localino in via san tommaso si chiama gli amici del tegamino …. io sn un veterano del tegamino sono piu di 30anni che la mangio … qqui davvero troverete il top del top .. i prezzi sono contenuti cibo ottimo… provare per credere … e viva la pizza della nostra citta !!!!

  24. Barbara scrive:

    A mio personale giudizio, la miglior pizza al padellino è quella della Pizzeria Trattoria “LA QUADRIGLIA” di Exilles (TO) gestita da Goska e Corrado. Ben cotta, soffice e proposta in moltissimi modi. E poi ti senti come a casa; provare per credere! Ciao.
    “La Quadriglia” Exilles, via Roma, 95/A (Piazza della Chiesa su per le scale) – Tel.328.57.88.724

  25. Michele scrive:

    Stimabile Gandolfo, mi attengo scrupolosamente al principio di proporre quel che so e che conosco per esperienza diretta. Pur essendo torinese per nascita e piemontese per origini plurisecolari, non posso ascrivere l’origine della pizza al tegamino alla mia città, per il buon motivo che, avendo vissuto anche in Toscana, sono testimone del fatto che là esiste da sempre. Lei poteva gustarla anche 50 anni fa a Pisa, Livorno, Orentano (PI – ….straordinaria!), Altopascio, in Lunigiana (Fivizzano e parecchi altri borghi) e in altre città ancora. A Torino la prima pizzeria “al tegamino” fu attiva dal 1926, era in Via Principe Tommaso, chiuse i battenti trasformandosi in negozio, oggi di “goffri piemonteis”, nel ’98, se ben ricordo. La pizza al tegamino ha sicurissime origini toscane, ma non so quanto antiche, il suo luogo elettivo pare Altopascio, da cui proviene gran parte dei pizzaioli torinesi d’antan. Fra questi ricordo il mitico Gino e il suo cugino Poldo, il primo in Monginevro street, il secondo in via Di Nanni. Desolato di scalzarle le radici delle sue convinzioni, cordiali saluti.

  26. alfredo bonani scrive:

    Tutte le pizzerie citate sono degne di essere provate e non rimarrete delusi, sopratutto per quanto riguarda quelle storiche.
    Un consiglio che posso dare è:
    “andate all’Oca di Pulcinella”, in corso Agnelli 2 angolo corso Sebastopoli, di fronte alla curva Maratona.
    Oltre a un’ottima pizza al tegamino, (e al mattone) potrete gustare anche una sottile, croccante e gustosa farinata.
    Sicuramente tornerete.

  27. Giampy scrive:

    Guardando in provincia, direzione Valli di Lanzo, a Fianco troviamo la Pizzeria “Antichi Sapori” con un ottima pizza al tegamino. Ottime quelle classiche, ma quando voglio “stare leggero” mi piace assaporare la pizza “del mandriano” con gorgonzola, cipolle e pancetta, provare per credere!

  28. Antonio scrive:

    Sono campano e ho sempre mangiato solo pizza napoletana. Posso garantirvi che mi sono trovavo spesso a Torino e ho avuto modo di assaggiare la pizza al tegamino. La migliore tra tutte l’ho mangiata da Pizzeria Rio in Via G. Dina a Torino. Ogni volta che mi trovo a Torino mangio solo la loro pizza. Vi consiglio di assaggiarla.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *