FINESTREILLUMINATE

MI RACCOMANDO, SPEGNI LA LUCE

by • 7 aprile 2022 • COSE NOSTREComments (0)482

Mi risuona ancora  nelle orecchie il monito, o meglio l’imperativo, dei miei genitori, quand’ero bambino. Passavano le giornate a rincorrermi, intimandomi di spegnere le luci di casa che io lasciavo sempre accese, in ogni stanza.

Stessa raccomandazione quando facevo la doccia: “Chiudi l’ acqua calda dopo che ti sei bagnato, poi insaponati e lavati bene, infine riaprila per sciacquarti”.

Piccoli accorgimenti per risparmiare sulla bolletta in una famiglia che doveva far bene i conti per arrivare a fine mese e risparmiare qualcosa per farmi studiare.

Di fronte a casa mia c’è una scuola superiore. Ebbene, non c’ è sera nella quale io non osservi come, in una o più classi, ci siano le luci accese e rimangano così fino al mattino del giorno dopo. Se poi siamo alla vigilia di un week end, rimangono accese tutto il sabato e la domenica. A fianco della scuola c’è una biblioteca con le sale di lettura illuminate, sempre, l’intera notte. Per queste due realtà non credo che lo spreco sia notevole, parliamo di pochi centesimi di euro per notte. Ma se moltiplichiamo questo per tutti gli istituti, i luoghi pubblici in Italia, forse l’ esborso comincia a diventare oneroso.

Ma al di là di quanto costa (e di chi paga?) credo sia proprio una questione di educazione.

In questo periodo di crisi energetica con le bollette alle stelle penso che il vecchio detto “e l’ultimo spenga la luce” debba diventare un imperativo categorico. La scuola deve insegnare anche questo: a fare un uso parsimonioso di tutti i beni che  abbiamo a disposizione

 

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *