GENTE-TV-TELEVISIONE

QUELLE PUBBLICITA’ INOPPORTUNE

by • 31 marzo 2022 • COSE NOSTREComments (0)116

Quanto fastidio mi hanno sempre provocato quegli spot televisivi che – proprio quando si è a tavola e ci si appresta a consumare il pasto – ci informano sui prodotti per risolvere problemi di incontinenza, pruriti vaginali, diarree, ecc. Spesso mi verrebbe voglia di spegnere la televisione.

Ma in queste ultime settimane si è toccato il fondo: tutti i tg e gli altri programmi documentano, con immagini anche crude e feroci, quanto sta accadendo in Ucraina. Ma, alla prima interruzione pubblicitaria, ecco il bambino che piange perché vuole tornare in crociera. Ma siamo diventati matti? Assurdo!

Capisco che le campagne promozionali sono state programmate con mesi di anticipo. Ma quanto stride quel video del bimbo che si diverte sulla nave, affiancato a quelli dei bambini sofferenti o uccisi dalla guerra. Non è concepibile. E nei giornali non va certamente meglio: foto e reportage terribili dai campi profughi o dagli scenari di battaglia impaginati accanto a inserzioni pubblicitarie per invogliarci ad acquistare l’ orologio superlusso, la vacanza nei luoghi esotici, la villa dei sogni….

O magari è proprio così. Siamo sconvolti, a parole, da quanto accade a qualche migliaio di chilometri da noi e poi – in realtà – stiamo già progettando le vacanze o il regalo prezioso? Forse la tv e la pubblicità sono soltanto lo specchio della nostra commozione di superficie e della nostra reale indifferenza?

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *