20230125_110609

SCAFFALE: CRISTIANO BUSSOLA E UNA FETTA DI SORRISO

by • 24 febbraio 2023 • LUOGHI E LIBRIComments (0)936

E’ il sottotitolo a spiegare il senso di questo volume di Cristiano Bussola: “Renzo Villa, l’ inventore della tv commerciale raccontato da chi lo ha conosciuto”.

Cristiano è un giovane giornalista piemontese, alessandrino di nascita, per anni impegnato nella comunicazione istituzionale della Regione Piemonte e oggi direttore di un quotidiano on-line: ha scritto questo libro perchè “appassionato di televisione” e soprattutto perchè fin da bambino seguiva i programmi di Antennatre. “Un giorno, il 16 dicembre 2010, in una pausa di lavoro, scorrendo le pagine sul pc mi colpisce la notizia della morte di Renzo Villa. Un duro colpo”. E da lì scatta l’ idea di raccontare l’ epopea di quest’ uomo che, insieme con Enzo Tortora e un altro manipolo di folli visionari, negli anni Settanta, sfidando il monopolio Rai, diede vita ad Antennatre, l’ emittente che cambiò la storia della televisione italiana.

In 230 pagine Cristiano Bussola ha raccolto le testimonianze di una serie di personaggi, famosi e non, che raccontano la nascita di quella televisione commerciale, con aneddoti, curiosità, retroscena che ci fanno rivivere quegli anni favolosi delle tivù che chiamavamo “libere”, “private” o “commerciali”, ma che comunque allietavano le nostre serate. Ed ecco, allora, le testimonianze di  Ettore Andenna, Massimo Boldi, Memo Remigi, Fabio Ravezzani, Donatella Rettore e di tanti altri.  Ne emerge uno spaccato incredibile del pionierismo ma anche della professionalità di quel mondo della televisione che rivoluzionò la storia e il costume della nostra vita.

Il volume è arricchito da una serie eccezionale di documenti fotografici: sono gli scatti che artisti e collaboratori di Antennatre avevano nel cassetto e risalenti al periodo d’ oro dell’ emittente, cioè dal 1977 al 1987, quello che è stato definito “il decennio d’ oro”.

 

CRISTIANO BUSSOLA

UNA FETTA DI SORRISO

PAOLACARAMELLA EDITRICE

18 euro

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *