ERBALUCE

ERBALUCE, IL VITIGNO DELL’ ANNO

by • 15 luglio 2023 • CINQUE SENSIComments (0)679

“Elbalus è uva bianca così detta, come Albaluce, perché biancheggiando risplende: fa li grani rotondi, folti e copiosi e fa li vini buoni”. Così scriveva Giovan Battista Croce, agronomo di Sua Altezza il Duca Carlo Emanuele I, nel 1602.

E’ questo  il primo documento ufficiale in cui si parla dell’ Erbaluce, vitigno autoctono del Canavese, provincia di Torino,  che quest’ anno è stato proclamato Vitigno dell’ Anno dalla Regione Piemonte. Viene prodotto in 36 comuni del Canavese attorno a Caluso: circa un milione di bottiglie l’ anno. Bartolomeo Merlo, presidente della Cooperativa Produttori di Erbaluce ci spiega che “se ne fanno tre tipi di vini,  quello bianco fermo, il brut e il passito”

 A Caluso, capitale dell’ Erbaluce, è stata recentemente inaugurata una vigna urbana, cioè proprio in mezzo alla cittadina, con l’ auspicio che diventi una vigna didattica per gli studenti di enologia del Canavese. 

Prima doc per un vino bianco piemontese dal 1967, dal 2010 vino a denominazione d’ origine controllata e garantita, in questo 2023 la proclamazione a vitigno dell’ anno. Passato e futuro sono quindi splendenti e luminosi per l’ Erbaluce, come si evince dal profumo, dal colore e soprattutto dal nome. Erbaluce uguale Albaluce o Elbalus

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *