fetta di polenta

GIROVAGANDO: LA FETTA DI POLENTA A TORINO

by • 4 settembre 2020 • LUOGHI E LIBRIComments (0)190

Questa casa si trova a Torino all’ angolo fra corso San Maurizio e via Giulia di Barolo. Per tutti è la Fetta di Polenta, una curiosa abitazione dovuta al genio di Alessandro Antonelli.

Nel 1859 il piccolo edificio fu acquistato  da Francesca Scaccabarozzi, moglie di Antonelli e l’ architetto cominciò a studiare come ristrutturarlo in modo originale. Nel 1881 ottenne l’ autorizzazione per sopraelevarlo di due piani, poi fece anche un attico abusivo. E’ impressionante se si osserva la casa da via Giulia di Barolo. A una certa distanza la casa sembra semplicemente un muro, una finta facciata di teatro color paglierino da farla sembrare appunto una..fetta di polenta.

Il lato su corso San Maurizio è di circa 4 metri, sulla via è di sedici metri e si chiude con una larghezza di soli 57 centimetri. L’ altezza è ben 23 metri. Se l’ esterno è sorprendente, l’ interno è addirittura sbalorditivo. Ogni piano è caratterizzato da una camera e tre portefinestre: nella parte più stretta con un piccolo pianerottolo si accede ai servizi igienici.

Le scale interne sono ovviamente strettissime e, per i traslochi o per i funerali, i mobili e le bare  venivano fatte passare dalle portefinestre e, tramite carrucole, portate in strada.

Oggi la casa Fetta di Polenta è sede di una galleria d’ arte ed è visitabile a piccoli gruppi, ma seerve la prenotazione.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *