EURO

CENTOMILA EURO DI DEBITO, MA C’È CHI INVESTE

by • 1 aprile 2021 • COSE NOSTREComments (0)93

La scorsa settimana abbiamo parlato di 100 mila vittime in un anno. Per uno strano gioco della cabala, secondo i dati di Bankitalia, in questo anno di pandemia, la crisi economica ha fatto sì che ogni famiglia italiana abbia contratto un debito di 100 mila euro. Incredibile. Lo stesso numero.

Il calcolo è desunto dallo squilibrio dei nostri conti pubblici e, come sempre accade con la statistica, siamo al pollo di Trilussa. Se ogni italiano mangia un pollo, magari c’è chi ne ha mangiati due, e chi niente.

Anche in questo caso ci sono categorie che senz’altro hanno perso di più di altre dall’esplosione del Covid, e chi invece, magari, si è pure arricchito. Sta di fatto che l’economia mondiale ha subito una batosta incredibile e l’Italia è in prima fila nella triste classifica del debito pubblico: 2603 miliardi di euro di deficit per il nostro Paese, 43.646 euro per ogni italiano (neonati compresi) e appunto 100mila euro a famiglia. Serve un piano Marshall come dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Ma intanto c’è chi ha deciso di investire e di puntare sul futuro. L’azienda Inalpi di Moretta, a cavallo fra le province di Torino e Cuneo, ha varato un piano di investimenti 2021-2025 di quasi 150 milioni di euro per la costruzione della seconda torre di spravatura del latte e per la realizzazione di un moderno caseificio. Investimenti che avranno certamente anche ricadute occupazionali e su tutto l’indotto.

La speranza che altre aziende seguano questo esempio. Perché, per chi può, questo è il momento di investire sul futuro e non solo di piangersi addosso

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *