LINGOTTO

GIU’ LE MANI DAL LINGOTTO

by • 9 settembre 2021 • COSE NOSTREComments (0)115

Anzitutto una premessa. Il Lingotto non è solo di Torino ma è un pezzo di storia d’Italia. Quindi la notizia che Stellantis ha messo in vendita la palazzina uffici di via Nizza deve interessare tutti. E lasciarci allibiti come è successo al sottoscritto

 20mila metri quadrati dove c’erano gli uffici dell’ Avvocato Agnelli e di Marchionne. Il fatto che l’azienda automobilistica abbia inviato una lettera alle principali società di intermediazione immobiliari del mondo, significa la volontà di chiudere un’ epoca, stracciare una pagina di storia. È vero che oggi quella palazzina è vuota e che è posta sotto il vincolo della Soprintendenza ai beni architettonici, ma la mossa è di quelle che fanno rumore, con significati che vanno ben al di là del valore economico dell’affare.
 Ho ancora negli occhi l’interminabile coda di persone (si calcola oltre centomila) che sfilarono su per la rampa, per portare l’ultimo saluto a Gianni Agnelli. Ne parlò tutto il mondo E adesso il suo erede, John Ellkann non ha nulla da dire a proposito di questa vendita?
Così come la città di Torino, il Piemonte, l’Italia assistono impassibili?

Non si tratta solo di mura, di stanze, di uffici. Si tratta di storia. Con la vendita si cancella ogni traccia della Fabbrica Italiana Automobili Torino dalla città. Perché la vera tragedia è dimenticare, e noi non vogliamo dimenticare che c’è stato un tempo in cui Torino era capitale dell’auto.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *