Vigneti-Langhe

TURISMO E VINO, UN ANNO PER PREPARARCI

by • 30 settembre 2021 • COSE NOSTREComments (0)107

Fra un anno esatto, nel settembre del 2022, in Piemonte, e in particolare nelle Langhe-Roero-Monferrato Patrimonio Mondiale Unesco, si terrà la sesta Conferenza mondiale del turismo enologico.L’anfora – simbolo dell’evento – è passata, nelle settimane scorse, dal Portogallo all’Italia.La nostra regione ha 45.000 ettari di vigne, 49 vini doc e docg con un giro d’affari – solo per l’export – di un miliardo di euro. Un settore che coinvolge 18.000 aziende agricole, 280 imprese e 54 cantine cooperative. Oltre 2,2 milioni di ettolitri di vini all’anno, di cui il 60% esportato. Ci sono quindi tutti gli elementi e le potenzialità per dare valore allo sviluppo rurale del territorio e intercettare nuove presenze turistiche. Ogni anno, infatti, le colline del vino e del gusto del Piemonte sono visitate da oltre mezzo milione turisti che arrivano da ogni parte del mondo, per un totale di 1,6 milioni di pernottamenti. Un settore in costante crescita quello del turismo enologico, che rafforza anche la nostra eccellenza gastronomica. Da quella più semplice e della tradizione a quella più ricercata. Il Piemonte vanta 46 chef stellati e circa 24.000 ristoratori attivi, con un gradimento complessivo, da parte dei turisti, di quasi 91 punti su 100 rilevati dalle recensioni online.

Fra un anno avremo una vetrina mondiale. La

conferenza del turismo del vino, infatti, è organizzata dalle Nazioni Unite. Arriveranno nelle nostre terre esperti, tour operator, buyer da tutti i 5 continenti. Siamo preparati ad accoglierli? A mettere in mostra i nostri gioielli? Non soltanto i vini-principe (e già ultra-famosi nel mondo), ma anche quelli cosiddetti minori, ma che minori non sono. Le nostre cantine sono attrezzate, sempre aperte, accoglienti, accessibili, confortevoli con personale gentile e disponibile per regalare emozioni a 360 gradi?

Non lo so. Ma so che abbiamo un anno di tempo per prepararci. È un’occasione da non perdere.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *