carnebattutaalcoltello

LA CARNE FA BENE? SI’ MA CON MODERAZIONE

by • 1 gennaio 2022 • CINQUE SENSIComments (0)151

Carne sì o no? E’ la vexata quaestio che caratterizza il dibattito nel mondo dell’ alimentazione degli ultimi decenni? La carne fa bene o fa male? E se fa bene, quanta mangiarne alla settimana?

Per Luca Varetto, agronomo, “soltanto la carne ci dà il ferro e la vitamina B12. Il rapporto fra carne e colesterolo è poi nettamente a vantaggio della bovina piemontese anche a confronto con le carni bianche (pollo, tacchino, ecc). Lo stesso dicasi del rapporto fra carne e grassi, ottimale, inferiore solo al nasello”.

Il consorzio Coalvi con 1400 allevamenti per un totale di 100mila animali allevati e 250 macellerie in Italia è un osservatorio privilegiato per capire cosa succede nel comparto zootecnico. “I nostri allevamenti sono tutti a conduzione famigliare, piccoli e noi amiamo i nostri animali, – dice il presidente Coalvi Guido Groppo – li alleviamo con cura e non siamo nemmeno paragonabili alla grande industria o agli allevamenti intensivi”. Dall’ etichetta della carne Coalvi è possibile risalire all’ intera storia della carne che mangiamo: dove è nato il vitello, dove è stato allevato e macellato, ma soprattutto con cosa è stato nutrito

 

In macelleria come scegliere la carne migliore? Occorre fidarsi del proprio rivenditore, quella chiusa nelle confezioni dei supermercati è sempre difficile da riconoscere, non farsi ingannare dal colore troppo rosso o dalla totale assenza di parti di grasso.

In conclusione? Carne sì, purchè buona, sana, genuina e consumata nella giusta quantità: due o tre volte alla settimana,300- 500 grammi alla settimana. Ottima quella cruda se di fassone piemontese, oppure bollita o ai ferri. La grigliata solo ogni tanto perché quando viene carbonizzata può sprigionare sostanze tossiche.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *