Un Natale solidale

by • 6 dicembre 2013 • ArchivioComments (15)4703

Sono rimasto stupito, piacevolmente. L’ ultimo argomento del blog ha raccolto una marea di commenti, una voglia di esprimere qualcosa sul Natale. Tutti diversi ma tutti uniti da un minimo comune denominatore, il gusto del ricordo e la voglia di sentire calore umano…L’ ultimo intervento, quello di Monica, raccomandava poi che il Natale fosse un giorno speciale..

Allora, proprio perchè diventi un giorno speciale per tanti non solo per noi, occorre dare una mano a chi fa più fatica. In questi giorni siamo inondati da proposte, iniziative di solidarietà. Io mi permetto di suggerirne alcune.

1) Il mercatino di Oasi, dall’ 8 al 15 dicembre, tutti i pomeriggi dalle 16 alle 20, a Torino  in via Valentino 18 (angolo via Monfalcone). Oggetti regalo per tutte le tasche e per tutti i gusti: l’ intero ricavato va per le Missioni di don Aldo Rabino in Brasile, nel Mato Grosso.

2) Il Natale è la festa dei bambini, ma  quelli che soffrono in ospedale? Tante le associazioni si impegnano per loro, tutte meritevoli. Io conosco gli amici di www.unverosorriso.it e sono vicino alle loro iniziative.

3) E per i malati che Natale sarà? Anche qui tantissime le associazioni: i miei amici lavorano per la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (hanno anche una pagina su Facebook) e danno speranza a tante famiglie colpite da questa malattia che è davvero bastarda e deve essere sconfitta solo grazie alla ricerca.

Soltanto qualche suggerimento. Il blog adesso è a vostra disposizione per altre iniziative, altre proposte e altri modi per vivere davvero il Natale. Perchè io sono convinto che si è più felici quando si fa un regalo che piace piuttosto che quando lo si riceve.

****Condividi

Related Posts

15 Responses to Un Natale solidale

  1. Stella scrive:

    Grazie Beppe, con questo blog ci hai data un nuovo spunto di riflessione e un modo concreto per sapere come e chi aiutare in questo periodo. E’ bello potersi rendere utili, magari trascorrendo dei momenti di serenità e pensando che si sta aiutando davvero qualcuno. Andrò a cercare le iniziative che hai segnalato e magari andrò anche a fare un giretto…e chissà che non capiti che in una di queste occasioni incontri anche qualcuno degli amici del blog per scambiarci gli auguri di Natale. Ancora grazie per la tua sensibilità!

    • Pat scrive:

      Ciao Stella, lo scorso anno sono stata al mercatino di Natale di don Aldo e ho trovato tante idee carine, piccoli pensieri da regalare agli amici, marmellate deliziose, barattoli di sale aromatizzato, insomma, niente di eclatante ma cose genuine e semplici. Don Aldo per noi tifosi granata, e non solo, è un sinonimo di garanzia e serietà. Tutti riconosciamo il suo impegno e l’immensa opera che sta portando avanti, non solo in Brasile, ma anche qui da noi. Così come sono serie e affidabili l’associazione Un vero sorriso e quella per la ricerca sulla Fibrosi cistica. E’ bello sapere che i nostri gesti di solidarietà, per quanto piccoli possano essere, vanno a buon fine! Grazie a Beppe per questo blog, chissà che non ci aiuti a scoprire realtà altrettanto serie e valide dove indirizzare il nostro aiuto, magari non solo a Natale. Ciao

  2. Enza Furnari scrive:

    Grazie di cuore caro Beppe anche da parte mia e di tutti i ragazzi affetti da fibrosi cistica…anche noi lunedi sera faremo la serata di Natale in favore della ricerca…so che tu ci sarai come sempre al nostro fianco per aiutarci! Che bello fare un Natale donando…un forte abbraccio Beppe…a lunedi sera!

    • gandolfo scrive:

      Grazie a te e a tutti voi volontari.. Quando hai tempo e voglia raccontaci gli sforzi che fate e le fatiche ma anche le gioie che provate..

  3. marco indi scrive:

    Come richestomi da Patrizia , rendo noto che , giovedi 12 dicembre alle ore 15 , presso la PRO INFANTIA DERELICTA , Via Asti 32 Torino , andra’ in scena lo spettacolo natalizio che vedra’ protagonisti i bambini ed i ragazzi ospiti della struttura. Colgo occasione per chiedere l’aiuto di tutti : gli orfanotrofi vivono essenzialmente di carita’ , prersso la struttura sopra indicata e’ possibile lasciare tutti i giorni offerte in denaro e, soprattutto in SPESA ( pasta , riso , olio ,scatolame , leccornie per bimbi ecc ) , ABBIGLIAMENTO e GIOCHI , anche dismessi purche’ in OTTIME condizioni . I bambini hanno bisogno di TUTTI NOI !!

  4. monica gettaz scrive:

    Visto che ogni anno io, e penso di nn essere l’unica, ricevo sempre qualche panettone di troppo, e invece di riciclarlo o di farlo scadere, propongo di portarlo in qualche centro di raccolta ad esempio al sermig di Borgo Dora!!! ho detto panettone, ma potrebbe essere qualsiasi cosa. Oppure vedere se nel nostro stabile abita qualche anziano solo, ricordiamoci di lui passiamo a fargli gli auguri e magari invitiamolo a casa nostra con i nostri parenti!!!! come dice il buon Giobbe Covatta “basta poco che ce vò???”

  5. gandolfo scrive:

    Giusto, basta guardarsi attorno e si scoprono piccoli e grandi modi per un Natale caldo di calore umano..

  6. Francesco scrive:

    Se posso, vi segnalo il concerto Gospel di Natale dei Free Voices Gospel Choir al teatro Agnelli (via Sarpi 111), a favore dell’Associazione AltroDomani Onlus fondata da genitori di bambini con malattie neuromuscolari (Distrofia Muscolare, Sma etc). Il ricavato andra’ a favore dei progetti in corso per il Regina Margherita.
    Un bel concerto che apre il cuore e che fa solidarieta’.
    Info per i biglietti su http://www.altrodomani.it.
    Grazie.
    E buon NATALE!!

  7. Pat scrive:

    Un piccolo pensiero: sulla tavola del pranzo natalizio un prodotto sardo. Una bottiglia di Cannonau o di vermentino, un pezzo di pecorino o anche solo qualche foglio di pane carasau. Sono prodotti che oramai si trovano in tutti i supermercati (controllate la provenienza!) o nelle botteghe sarde. Un modo per essere vicini ai fratelli sardi e dar loro una mano per rimettere in piedi le loro attività. E’ un piccolo gesto, ma se lo faremo in tanti potrà far qualcosa.

  8. susy scrive:

    ringrazio Pat per avermi invitato a proporre un piccolo gesto. si può realizzare in tutta Italia attraverso l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla col solo contributo di € 2,00. cadauna si possono acquistare decorazioni natalizie e così contribuire alla ricerca contro tale malattia. cercate la sede AISM della vostra città, se vorrete potrete acquistarle passate parola ….grazie di vero cuore . susy

  9. susy scrive:

    se posso conosco Actionaid Italia, si occupa di adozione a distanza, ma in questo caso proporrei i vari doni natalizi possibili da fare attraverso questa organizzazione….chi vuole può trovarli sul loro sito internet troverete il catalogo.
    se vi recate alla sede unicef della vostra città, troverete la bambola La Pigotta, anni fa collaborai con alcune amiche alla loro creazione, potrete acquistarle e dare così gioia a chi le riceve e aiuterete l’unicef nelle vaccinazioni……. passate parola grazie susy

  10. gandolfo scrive:

    Grazie Susy per i tuoi bei consigli e… Auguri..

  11. Enza Furnari scrive:

    Non ci può essere un Natale Felice senza pensare ai piu deboli e agli ammalati…anche noi della fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica stasera venderemo al mercatino di Natale tanti bei gadget e piccoli doni i cui proventi andranno alla ricerca…la fibrosi cistica è per i nostri malati invivibile ma non invincibile…e che soddisfazione quando riusciamo a finanziare un nuovo progetto di ricerca!!! .. se volete dalle 19e30 vi aspettiamo in sala Atc di Corso Dante, 14.. proverete con noi la gioia di dare!!! Un abbraccio! Ps.caro Beppe scusa se approfitto ma essendo la malattia ancor poco conosciuta mi permetto scrivere il nostro sito: http://www.fibrosicisticaricerca.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *