ALPINI

IO STO CON GLI ALPINI, SEMPRE

by • 9 giugno 2022 • COSE NOSTREComments (0)104

Ho volutamente lasciato passare qualche settimana affinchè si placasse il bailamme attorno all’ Adunata Nazionale degli Alpini di Rimini e alle presunte molestie sessuali, forse accadute in quei giorni. E quindi, scemato il tourbillon di dichiarazioni, post sui social, prese di posizione, frasi ad effetto e slogan,  torno sulla questione per dire – a gran voce – che IO STO CON GLI ALPINI, SEMPRE.

Non ho fatto il militare, ho scelto il servizio civile per dedicare un paio di anni della mia gioventù ai poveri del Cottolengo, quindi non posso essere tacciato di militarismo. Non entro nel merito di quanto dichiarato da alcune organizzazioni e associazioni sui presunti episodi di Rimini: ci sono state denunce e, quindi, ci penserà la magistratura a fare luce.

Per il mio lavoro di cronista mi sono trovato a raccontare tutte le alluvioni che dal 1994 hanno flagellato il Piemonte e sempre – ribadisco sempre – ho visto che soltanto l’ efficienza, la tenacia, l’ organizzazione e l’ abnegazione degli Alpini sono state davvero utili alle popolazioni colpite. Lo stesso dicasi per il terremoto dell’ Irpinia e del Friuli: ero lì come volontario e ho visto con i miei occhi le Penne Nere tirar via macerie e cadaveri, ricostruire case e strade. Venendo a tempi più recenti, se non fosse arrivato il generale Figliuolo e l’ organizzazione degli Alpini per la campagna di vaccinazione contro il Covid, ho la convinzione che saremmo ancora alle prese con le Primule di Arcuri. E l’ elenco potrebbe continuare.

Eppure decine di  migliaia di persone hanno firmato la petizione perché vengano sospese, per i prossimi due anni, le Adunate delle Penne Nere. Posso dirlo? Mi sembra una sciocchezza. Tanto gli Alpini, alla prossima emergenza nazionale, saranno lì, in prima linea, a dare una mano al popolo italiano.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *