cevrin

IL CEVRIN, IL FORMAGGIO DELLA VAL SANGONE

by • 1 ottobre 2022 • CINQUE SENSIComments (0)194

Sulle montagne del Piemonte nasce il Cevrin di Coazze, un formaggio di nicchia, che da qualche anno gode dell’ essere stato scelto come Presidio Slow Food. In particolare dagli alpeggi della Val Sangone. Il nome deriva da Ceura che in dialetto significa capra. Ma non si tratta di un caprino, bensì di un misto fra latte di capre di razza scamosciata delle Alpi, un animale assai simile allo stambecco e latte di vacca. A secondo del periodo della stagione le percentuali variano da 50 e 50 fino a 70 e 30 a favore del latte di capra.

Una produzione limitata (4-5 mila forme all’ anno) ma davvero imperdibile. Il Cevrin stagiona almeno tre mesi in alpeggio, in grotte naturali e richiede un’ impegnativa manutenzione: i caci vanno rigirati e puliti quotidianamente.

Il Cevrin nasce quindi solo su impervie montagne, in Val Sangone, provincia di Torino: allevatori e margari rappresentano quindi davvero un presidio alimentare per questa fetta delle Alpi Cozie, ma anche un presidio sociale ed umano.

 

Una garanzia, il Cevrin è una garanzia comunque: gustato negli alpeggi della Val Sangone oppure nei boschi di fronte alla miniera Garida di Coazze, a casa o al ristorante, con pane casereccio e un buon bicchiere di vino…

 

 

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *