montagna estate

Gustiamoci i rifugi

by • 8 agosto 2016 • CINQUE SENSIComments (0)2757

Polenta concia superba, pane caldo preparato da Beppe nel forno a legna tutte le mattine, salame di capra. Sono le ghiottonerie che vi offre il Rifugio Salvin a 1580 metri di altitudine nelle Valli di Lanzo. Si può arrivare fino al rifugio direttamente in macchina da Monastero di Lanzo, oppure a piedi con un’ agevole passeggiata di un’ oretta dalla frazione Menulla. Al Salvin si organizzano anche settimane di studio per ragazzi. Giornate in montagna a imparare l’ inglese. Insomma un’ oasi di pace e ghiottonerie.

Ma ora spostiamoci in Val di Susa.

Il Rifugio Fontana del Thures è sicuramente il più facile da raggiungere: da Cesana Torinese, giunti a Bousson, seguire le indicazioni per Thures, vi aspettano 2 Km di strada asfaltata, percorribili anche in automobile.

Anche il Rifugio Levi Molinari, non presenta grosse difficoltà: dalla S.S.24 dopo il comune di Salbertrand, proseguire lungo i tornanti. Al termine della salita, svoltare a sinistra in direzione Eclause-Grange Della Valle. Dal bivio alle Grange Della Valle, si snodano 8 Km di strada di montagna asfaltata, mentre dalle Grange della Valle al Rifugio Levi Molinari, ci sono 10 minuti di tranquilla passeggiata.

Il rifugio Daniele Arlaud è poco più impegnativo, è vero che occorre circa un’ora e un quarto di camminata, ma la strada è dolce e le poche salite non sono troppo impegnative: da Sauze D’Oulx seguire le indicazioni per Monfol, parcheggiare la vettura e entrate nel magnifico Parco del Gran Bosco di Salbertrand in direzione Rifugio Arlaud – Montagne Seu. Chi è più allenato può seguire il sentiero che parte da Salbertrand, in questo caso, il tempo medio di percorrenza sarà di un paio d’ore con un dislivello di 700 metri.

Gradevole, panoramica e facile è anche la strada che porta al Rifugio La Chardouse in Borgata Vazon: da Oulx seguire le indicazioni per Cotolivier, dopo 3 km superare la frazione Pierremenaud e svoltare a destra in direzione Vazon, continuate quindi per altri 3 Km fino al parcheggio riservato. La passeggiata incomincia qui, sul sentiero balcone, in direzione Madonnina del Cotolivier, il tempo medio di percorrenza è di circa un’ora e mezza con un dislivello di 550 metri.

Il percorso più impegnativo, fra quelli proposti, è quello per raggiungere la Capanna Mautino in Località Lago Nero, Bousson di Cesana: si arriva al rifugio tramite la strada sterrata che parte da Bousson, percorrendo circa 7 Km con un dislivello di 600 metri o, in modo più semplice, da Sagnalonga camminando per circa 4,5 Km con 200 metri di dislivello.

Al vostro arrivo, a parte la soddisfazione di avercela fatta e gli splendidi panorami in cui vi troverete immersi, potrete sedervi per il pranzo e gustare ottimi affettati, diversi tipi di formaggi locali, acciughe con bagnetto verde e le immancabili e speciali polente. Ottime le conce, condite con burro e toma o toma e verza, ma anche fantastiche quelle accompagnate da salsiccia e spezzatino in umido. Per finire, potrete gustare ottimi dolci a cucchiaio o deliziose crostate di frutta. Il tutto può essere accompagnato da un buon bicchiere di vino tanto, la passeggiata di ritorno, aiuterà a smaltire. Con pochi euro, potrete quindi trascorrere una giornata diversa, lontani dal caos, dallo stress e dal caldo della città, e far godere, anche i vostri bambini, di allegre corse e giochi nei prati.

Rifugio Salvin: 0123.27205 –

Rifugio Fontana di Thures 0122. 845156

Rifugio Levi Molinari 0122. 58241

Rifugio Daniele Arlaud 335.401624

Rifugio La Charddouse 339.6085107

Capanna Mautino 347.3654510

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *