freisa-vino-03

LA NICCHIA DI CAVOUR, TRIONFO DI MELE E VINI

by • 14 novembre 2019 • CINQUE SENSIComments (0)250

Una carta dei vini così non l’ avevo mai vista, praticamente un libro di almeno una cinquantina di pagine. C’ è di tutto, perfino il Monfortino Magnum da 1500 euro.

Franco Turaglio ha scoperto la ristorazione già da adulto, prima lavorava all’ Ufficio Tecnico Enel di Pinerolo. Poi nell’ 87 comincia ad avvicinarsi al mondo di Slow Food, cementa l’ amicizia con Carlin Petrini, e una ventina di anni fa apre LA NICCHIA, vineria e ristorante  nel centro di Cavour.

Ai fornelli la moglie Giulia e il suocero Claudio, ma anche giovani chef come quel giapponese che – dopo aver lavorato a Cavour – è tornato nel paese del Sol Levante e a Nagoia ha aperto un suo ristorante chiamandolo “Pasta da Franco”. Insomma, l’ esperienza piemontese gli aveva lasciato il segno.

Cavour è la cittadina di Tuttomele e anche la cucina della Nicchia è caratterizzata da questo splendido frutto. Dalla mela grigia ripiena di anatra agli gnocchi di castagne e zucca con crema di mele murela, dallo strudel vegetariano con mela magnana alle classiche, impareggiabili frittelle di antiche mele.

Ma nel menù non mancano i piatti della tradizione piemontese, ovviamente rivisitati come il vitello stonato, il filetto di cervo, la gallina bianca di Saluzzo e tanti altri. Accompagnati ovviamente da vini per tutte le tasche, ma tutti personalmente scelti da Franco e garantiti.

I prezzi? Veramente abbordabili. Un bel menù varia dai 30 ai 50 euro, poi ovviamente dipende da quello che scegliete nella favolosa cantina: assolutamente da visitare, anche se siete astemi.

LA NICCHIA – via Roma 9 – Cavour (Torino) tel. 0121 600821

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *