sprecoalimentare

ANCHE NELLE FESTE OCCHI PIU’ GRANDI DELLA BOCCA

by • 5 gennaio 2023 • COSE NOSTREComments (0)1127

Le sere di Natale e di Capodanno sono sceso in strada per gettare l’ immondizia, compito da sempre assegnato ai maschietti di casa, non so perché… Nel cassonetto in strada mi sono soffermato ad osservare quel che era stato buttato. Un’ infinità di cibo: agnolotti, intere pagnotte, avanzi di arrosto, pezzi di panettone, bottiglie di spumante mezze piene, e tanto altro. Inoltre, la titolare di una gastronomia del centro di Torino mi ha confidato di aver avanzato chili di cibo, ordinato e mai ritirato. Un’ occhiata ai social: ovunque foto di tavole stracolme. Non bastavano un paio di antipasti, un primo, un secondo e il dolce con il brindisi?

Tanto, troppo cibo sprecato. Siamo la civiltà dei consumi e degli sprechi, ma quest’ anno fa ancora più male. Le immagini che rimbalzano dall’ Ucraina con bimbi e vecchi al buio e al freddo, i senza casa sotto i nostri portici, le file alle mense delle Caritas, le cifre astronomiche delle bollette di gas e luce… nulla tocca i nostri cuori di pietra? Nemmeno a Natale?

In tutti i servizi dei tg tornano le ritrite frasi sul “Natale al risparmio”, sui “regali utili e poco costosi”, sulle “tredicesime spese per pagare le bollette”… e poi? Sempre nei cassonetti dell’ immondizia – simbolo e segno della nostra società degli sprechi –  montagne di cartoni, confezioni regalo, carte da pacchi, fiocchi colorati. E’ giusto festeggiare anche con doni, è bello far viaggiare Babbo Natale ma quanta accortezza è stata usata? Davvero non abbiamo esagerato? Come ogni anno…

“Vuol dire che stiamo ancora troppo bene” diceva mia nonna. Non credo, Piuttosto abbiamo l’ ingordigia degli occhi più grandi della bocca. Anche a Natale.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *