mascherine

GIU’ LA MASCHERINA, FINALMENTE

by • 3 marzo 2022 • COSE NOSTREComments (0)339

Essendo molto poco fisionomista, ho accolto con un sospiro di sollievo la fine dell’obbligo di portare la mascherina all’ aperto. Mi eviterò, infatti, tutte quelle figuracce dei mesi passati, quando, al caloroso saluto di chi incontravo per strada, rispondevo con espressione ebete, ignaro di chi si celasse dietro quel volto coperto a metà. Finalmente ci presentiamo a viso scoperto.

Ma cosa ci lasceranno questi due anni di mascherina obbligatoria? Pensiamo a un bambino nato nel 2019 che ha sempre e solo incontrato volti coperti da quel pezzo di stoffa verde, bianca o variopinta. Magari è cresciuto con la convinzione che il viso umano debba essere naturalmente celato, come le parti intime sempre nascoste dalla biancheria. Ma pensiamo anche a quante smorfie, a quanti ghigni di delusione o di scarsa simpatia abbiamo nascosto dietro la mascherina. Adesso dobbiamo tornare a fingere oppure a trattenere le espressioni dei nostri volti. Gli occhi sono l’espressione del viso, si dice. Per me non è così: mi piace giudicare un volto nel suo insieme, e non solo a metà.

Per contro, in questi due anni non ho preso nemmeno un raffreddore. Visto che la prima dose di vaccino l’ho fatta a luglio 2021, il merito va quindi alla protezione delle mascherine? Forse, ma anche al fatto che abbiamo limitato parecchio i contatti e mantenuto la distanza sociale.

Insomma, non rimpiango l’obbligo delle mascherine e ben volentieri mi appresto ad affrontare il mondo a viso scoperto. Pur nel rispetto delle tradizioni e degli usi orientali, comprendo l’insofferenza di quelle donne che mal sopportano il burqa, il velo o la hijab.

****Condividi

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *